•  
  •  

Progetto Erasmus+ KA2 BEACON

BEACON “Be A Competence Now”

Beacons for Incidental Learning

Partner Cisita Parma scarl

Il contesto generale e la visione del progetto BEACON

Il ritmo dei cambiamenti tecnologici e digitali sta avendo un profondo impatto sul mercato del lavoro, pertanto non è più sufficiente che i sistemi di istruzione e formazione professionale secondaria forniscano agli studenti competenze tecniche e professionali. La trasformazione digitale dei luoghi di lavoro richiede alle nuove generazioni di sviluppare competenze interdisciplinari relative a:

  • nuove tecnologie digitali
  • competenze trasversali, come la ricerca, l’analisi e l’interpretazione dei dati, il lavoro di squadra e la comunicazione, la risoluzione dei problemi e il pensiero critico.

Un ulteriore fattore di complessità emerge dal crescente stimolo che l’industria europea riceve dalle politiche di produzione sostenibile, come descritto dagli Obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dal Green Deal europeo. Poiché il settore dell’istruzione e della formazione professionale è la principale fonte di reclutamento della futura forza lavoro, è urgente formare competenze verdi anche nell’ambito VET, in modo che i sistemi di istruzione e formazione professionale possano sostenere e accompagnare la transizione verso un processo industriale e produttivo più ecologico.

Il progetto BEACON affronta queste sfide promuovendo l’innovazione digitale e verde basata sul lavoro nei curricula dei sistemi VET, che più di altri sistemi educativi formano professionisti da integrare immediatamente nel mercato del lavoro.

 

La metodologia del progetto BEACON

Il progetto prevede la sperimentazione di nuovi programmi di formazione che valorizzino:

  • apprendimento basato sul lavoro, sfruttando ambienti di apprendimento che riproducono i processi lavorativi
  • apprendimento incidentale, secondo il modello di apprendimento informale (Marsick-Watkins, 1990) e gli approcci di problem-based & context-based learning, che affrontano i problemi e le dinamiche quotidiane del luogo di lavoro.
  • nuove tecnologie digitali, utilizzando la tecnologia bluetooth Beacon (dispositivi HW a basso costo, bassa potenza e bassa manutenzione), integrata con una piattaforma digitale, un sistema di gestione dei contenuti (CMS – Content Management System) ospitato su un server e un’applicazione per smartphone e/o tablet da scaricare gratuitamente da studenti e insegnanti, innescando percorsi di apprendimento incidentale.
  • simulazione di processi produttivi e manifatturieri ecologici nell’ambiente di apprendimento, per aiutare gli studenti dell’IFP a prepararsi alla mentalità della sostenibilità, necessaria per la crescita economica dell’UE e per una transizione agevole al mercato del lavoro

Il WBL è una metodologia di apprendimento potente e flessibile che si adatta abbastanza bene al sistema di IFP:

  • WBL significa acquisizione di conoscenze e competenze attraverso l’azione in un contesto professionale o aziendale.
  • Il WBL può svolgersi in un’azienda o all’interno di un’aula scolastica, con un apprendimento basato sul lavoro che risponda alle esigenze dell’industria dell’UE.
  • Il WBL coinvolge una varietà di attori, dalle scuole e dai centri di formazione ai manager e ai tecnici sul posto di lavoro.

 

Obiettivi generali del progetto BEACON

Il progetto mira a sostenere i sistemi VET nello sviluppo di programmi innovativi di apprendimento incidentale grazie alla tecnologia Beacon.

Secondo l’approccio WBL, l’ambiente di apprendimento sarà il contesto lavorativo, cioè un’area di attività con processi, tecnologie, prodotti e metodi organizzativi, che può essere simulata (ad esempio, laboratori nelle scuole VET), o un luogo di lavoro reale (aziende).

I programmi di formazione prevedono che gli studenti, all’interno di un luogo di lavoro appositamente attrezzato con hardware Beacon, affrontino la soluzione di incidenti critici, opportunamente preparati, che si presentano loro inaspettatamente. L’apprendimento incidentale richiede agli studenti di affrontare situazioni problematiche che esigono l’attivazione di capacità di pensiero critico per trovare una soluzione.

Il progetto prevede la sperimentazione di programmi di formazione innovativi basati sull’Apprendimento Incidentale nell’ambito VET, supportati dalla tecnologia BEACON (Bluetooth Low Energy), in grado di combinare tecnologie digitali e metodologia di apprendimento basato sul lavoro, al fine di raggiungere i seguenti obiettivi:

  1. promuovere il WBL nell’ambito VET attraverso l’implementazione di ambienti di apprendimento situati che simulino il setting di lavoro reale di settori industriali rilevanti per l’economia nazionale di ciascun paese coinvolto
  2. sviluppare negli studenti VET di livello EQF3-EQF4 (nativi digitali) competenze cruciali richieste dall’attuale mercato del lavoro, caratterizzato dalla Trasformazione Digitale e da politiche di reclutamento che valorizzano competenze di ordine superiore nell’era digitale (ricerca, analisi e interpretazione delle informazioni) e competenze che facilitano l’ingresso nel mercato del lavoro (lavoro di squadra, comunicazione, problem solving) – in quanto la necessità di competenze trasversali, pensiero critico e problem solving creativo è evidenziata anche dall’Agenda per le Competenze 2020 dell’UE, 2.5 “Competenze per accompagnare le transizioni verdi e digitali nei posti di lavoro”.
  3. consentire al settore VET di allinearsi al Driver di Innovazione “Green”, sostenendo le imprese e le aziende manifatturiere dell’UE nella loro transizione verso la neutralità del carbonio entro il 2050, attraverso modelli di produzione a basso consumo energetico e senza emissioni e l’economia circolare, grazie alla simulazione di modelli di produzione sostenibili basata sul posto di lavoro Beacon, come promosso dal Green Deal 2020 dell’UE, che stabilisce obiettivi di sostenibilità per tutti i settori manifatturieri, con particolare attenzione a quelli ad alta intensità energetica (tessile, elettronica, edilizia, meccanica e plastica), in linea con gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

 

Risultati

Il progetto svilupperà:

Risultato 1. Sviluppo del Beacon Digital Integrated System, composto da:

  • Beacon HW (circa cinque Beacon da installare fisicamente nei laboratori scolastici o nei luoghi di formazione).
  • una piattaforma digitale per l’archiviazione e la trasmissione di contenuti didattici specifici del settore (CMS – Content Management System)
  • un’applicazione per dispositivi mobili (smartphone/tablet) in grado di ricevere notifiche push dai Beacon vicini, scaricando informazioni multimediali relative al percorso di apprendimento incidentale basato sul lavoro

Il Project result #1 (PR#1) progetterà anche il Ciclo di Apprendimento Incidentale, inteso come un programma di formazione innescato da un evento/problema imprevedibile (causato artificialmente a scopo di apprendimento) che richiede agli allievi di affrontare diverse fasi guidate da Beacon: 1) risoluzione dei problemi 2) analisi delle possibili cause e ricerca di indizi 2) risoluzione dei problemi e verifica delle possibili soluzioni; 3) convalida o ricerca di soluzioni alternative 4) discussione degli esiti

Risultati 2-3-4-5:

Programmi di apprendimento incidentale innescati dai Beacon, basati sul contesto sulla risoluzione di problemi legati al contesto produttivo. Ognuno di essi si concentrerà su settori industriali specifici per ogni paese, svolgendosi nei laboratori scolastici, nelle strutture di formazione o sul posto di lavoro dell’azienda. Le attività di formazione di ogni PR partiranno dai segnali dei Beacon che innescano il ciclo di apprendimento incidentale e si concentreranno su come rendere più GREEN e DIGITALE qualsiasi aspetto relativo al PRODOTTO / PROCESSO / ORGANIZZAZIONE del settore di riferimento.

 

Il partenariato

Il partenariato BEACON è coordinato da LIIS – Liceul Teoretic de Informatica “Grigore Moisil” di IASI, Romania, una scuola secondaria altamente specializzata in Information Technology & Computing.

Dal punto di vista metodologico, il partenariato è assistito da Cisita Parma scarl, Italia, un centro di formazione impiegatizia e manageriale dotato di specialisti dell’apprendimento e di forti connessioni con il mercato del lavoro, che si occuperà di progettare e valutare il processo di apprendimento.

Dal punto di vista tecnologico, la società New Tie di Porto, in Portogallo, specializzata nel trasferimento tecnologico all’istruzione, si occuperà della progettazione e dell’implementazione del Sistema Integrato Digitale Beacon, composto dalla piattaforma di apprendimento e dall’app per gli studenti.

Le scuole e le aziende lavoreranno in coppia, secondo il seguente schema di abbinamento sector-specific:

Settore IT, Romania: Coordinatore LIIS + azienda IT LUDOR Engineering di IASI

Settore FOOD, Italia: Scuola Agroindustriale Galilei-Bocchialini e Azienda Food Farm, di Parma

Settore abbigliamento e moda, Portogallo: scuola tessile Árvore e il Centro di Tecnologia 4.0 CITEVE, di Porto

Settore meccanico, Spagna: scuola di meccanica CPIFP e centro di ricerca e prototipazione AITIIP, di Saragozza.

Il progetto BEACON rafforzerà la capacità dell’intero partenariato, in particolare dell’IFP e del settore industriale specifico, di raggiungere gli obiettivi fissati dal Piano di Sviluppo dell’UE 2021-2027, con particolare riferimento a:

  • Approccio formativo WBL, che richiede agli studenti di familiarizzare con i processi del luogo di lavoro, la logica organizzativa e la risoluzione dei problemi quotidiani.
  • Competenze digitali integrate con l’ambiente di apprendimento basato sul lavoro;
  • Green Skills integrate con l’ambiente di apprendimento basato sul lavoro.

 

I principali target group che saranno impattati dai risultati del progetto saranno i seguenti:

  • gli studenti, che potranno acquisire competenze altamente richieste e rilevanti per il mercato del lavoro;
  • i formatori e gli insegnanti, che potranno aggiornare le loro competenze professionali acquisendo abilità e metodologie di insegnamento/apprendimento aggiornate;
  • i sistemi di istruzione e formazione professionale, che saranno in grado di rispondere meglio alla domanda del mercato del lavoro offrendo programmi di formazione più aggiornati;
  • le imprese e i settori industriali trainanti dell’economia UE, che assumeranno forza lavoro ben preparata in grado di guidare la transizione verso un modello di produzione più digitale e sostenibile.

 

Scarica le newsletter di progetto

 

Per informazioni e contatti: Serena Gerboni, Area Progettazione, gerboni@cisita.parma.it