•  
  •  
  • Home
  • /Aziende
  • /Fondirigenti – FARM: l’esperienza di un’identità territoriale

Fondirigenti – FARM: l’esperienza di un’identità territoriale

La nuova iniziativa strategica di Fondirigenti

Scenario di riferimento

Quello dei FARM, nel territorio di Parma, rappresenta un brillante esempio di costruzione di un bene comune attraverso l’impegno reciproco di settore pubblico e privato. Nati con la legge della “Buona Scuola”, che ha offerto alle istituzioni scolastiche l’opportunità di dotarsi di Laboratori Territoriali per l’Occupabilità, al fine di orientare la didattica e la formazione ai settori strategici del Made in Italy in base alla vocazione produttiva, culturale e sociale del territorio, sono divenuti spazi dall’alto profilo innovativo a disposizione del territorio, nei quali sviluppare una didattica avanzata in sinergia con le imprese. L’attivazione di ogni LTO ha richiesto la creazione di reti di impresa e/o consorzi comprendenti non solo le Scuole, con ruolo di capofila, ma anche le Imprese, gli Enti di Formazione professionale e, in alcuni casi, Associazioni e/o Fondazioni. A Parma si sono così attivate diverse esperienze laboratoriali, anche grazie al co-finanziamento privato di altri soggetti locali (Banche, Associazioni Imprenditoriali, Fondazioni, Imprese), che hanno acquisito la denominazione di “FARM” e che attualmente sono in una fase di espansione.

Target

Saranno coinvolti manager di varie aziende (di cui alcune aderenti a Fondirigenti) del territorio parmense socie dei FARM o anche non socie, ma comunque significative e rilevanti per il sistema territoriale e per il settore produttivo di riferimento dei FARM.
Saranno inoltre coinvolti altri soggetti: dirigenti scolastici delle Scuole Secondarie di II grado capifila dei FARM, dirigenti degli enti di formazione soci dei FARM, dirigenti/funzionari/operatori di altri soggetti soci dei FARM (Associazioni, Fondazioni, ecc.).

Obiettivi

I FARM del territorio parmense, anche se nati con la Scuola Secondaria Superiore e, allo stato attuale, da essa principalmente utilizzati per la formazione di studenti e insegnanti, rappresentano nondimeno utili e strategiche risorse laboratoriali potenzialmente a disposizione di tutti i soggetti del territorio (in una logica multi-stakeholder), con interessanti prospettive di sviluppo in particolare verso il sistema delle Imprese. Si intravedono e delineano, quindi, nuove prospettive di sviluppo dei FARM parmensi, specie nella volontà di valorizzarne e coglierne a pieno il potenziale non ancora compiutamente sfruttato. Piste e traiettorie evolutive che si scorgono soprattutto nella spendibilità dei FARM per il mondo aziendale e nella loro utilizzabilità da parte dei suoi soggetti (imprenditori, manager, lavoratori). In particolare, i ruoli dirigenziali possono diventare il motore di questo sviluppo, attivando con i FARM sinergie sempre più strette e mirate e guidando il loro percorso evolutivo verso una forma più compiuta e ad alto valore aggiunto. In considerazione dei fabbisogni rilevati, l’iniziativa strategica si propone i seguenti obiettivi:

  • sistematizzare le esperienze dei FARM nel territorio parmense ricostruendone la storia, l’esperienza specifica e l’identità attuale;
  • coinvolgere le imprese e i loro ruoli manageriali nel processo di sviluppo dei FARM. Debita attenzione verrà riservata alle risposte che i FARM possono dare alle esigenze e ai bisogni del management d’azienda, in particolare facendo emergere i potenziali fabbisogni formativi ed individuando i percorsi per colmarli, attraverso la promozione della formazione continua di aggiornamento, di sviluppo delle competenze tecniche, tecnologiche, digitali, di innovazione in senso lato, e verso la collaborazione tra settore pubblico e privato, e diventando i FARM stessi luoghi di apprendimento per la formazione aziendale a più livelli (del sistema professionale e manageriale);
  • modellizzare l’esperienza e le potenzialità dei FARM, giungendo a costruire e a definire un modello di FARM che vada a beneficio del management d’impresa e di tutti gli stakeholder quale riferimento e per la trasferibilità di tale esperienza anche ad altri ambiti di specializzazione produttiva e/o territori.

Attività core

L’iniziativa prevede la realizzazione delle seguenti attività:

  • analisi e ricognizione delle esperienze dei FARM nel territorio di Parma;
  • sistematizzazione dei risultati dell’indagine;
  • validazione dei risultati dell’indagine mediante focus group;
  • modellizzazione dei FARM
  • comunicazione, valorizzazione e disseminazione del Modello “Farm”.

Risultati

A completamento del progetto, mirando alla modellizzazione dei FARM e sua trasferibilità, saranno disponibili:
un e-book -un manuale, comprensivo di una “to do list” per impiantare e costituire FARM in un territorio e per sfruttarne le risorse e i servizi, con suggerimenti utili ad evitare criticità o problemi di diversa tipologia
uno spazio digitale in cui implementare possibili attività come ad esempio: inventario delle risorse del FARM, matching tra esigenze/bisogni del management e risorse dei FARM, banche dati di diversa tipologia, ecc.

Per informazioni e approfondimenti: Maria Chiara Venturelli, venturelli@cisita.parma.it.

(Fondirigenti – Iniziativa Strategica IS_06_2022 – CIG 9201252959)