•  
  •  
  • Home
  • /Aziende
  • /Le tre dimensioni della Leadership partono dalla Direzione d’Orchestra!

Le tre dimensioni della Leadership partono dalla Direzione d’Orchestra!

Alta formazione: 11 maggio prima tappa in collaborazione con la Fondazione Arturo Toscanini

Le tre dimensioni della Leadership partono dalla Direzione d’Orchestra!

 

Cosa vuol dire essere leader oggi? Un interrogativo che genera riflessioni riconducibili ad alcune parole chiave utili a mettere a fuoco l’ambito e i comportamenti di chi è chiamato ad agire il ruolo di capo, tratteggiandone sinteticamente tre dimensioni: il Leader come guida, il Leader come veicolo di potenzialità espressa; il Leader come agente di cambiamento. In questo quadro Cisita Parma propone un percorso di alta formazione articolato in tre moduli, fruibili anche singolarmente, rivolti a chi desidera potenziare queste “tre dimensioni della leadership”.

Il primo appuntamento, previsto per il prossimo 11 maggio, affronta la complessità del ruolo del “leader come guida” proponendo un’attività tanto concreta ed efficace quanto suggestiva, partendo da queste domande: la tua azienda è “accordata” o “stonata”? Suonate tutti la stessa musica? Sei un solista virtuoso o accompagnatore? Dagli accordi aziendali a quelli musicali: il tuo “gruppo” improvvisa o esegue? La metafora “Leader in azienda – Direttore d’orchestra” sarà il filo conduttore di un’iniziativa realizzata in collaborazione con la Fondazione Arturo Toscanini, nella cui nuova sede – recentemente inaugurata in occasione dei 150 anni dalla nascita del grande Maestro – si svolgerà l’attività articolata in una prima parte di lavoro in aula e una seconda che prevede l’accesso alle prove e al concerto del 14 maggio (per quest’ultimo è previsto un accompagnatore per ogni partecipante al corso) che propone lo “Stabat Mater” di Giochino Rossini, diretto da Michele Mariotti con i solisti Eleonora Buratto (soprano), Sonia Ganassi (mezzosoprano) Antonino Siragusa (tenore) e Michele Pertusi (basso).

Un’occasione approfondire in maniera originale contenuti quali: gli obiettivi del team, dei sottogruppi e del solista; il rapporto tra il talento individuale ed il gruppo; capi, collaboratori, colleghi: rotazione dei ruoli; come decifrare le disposizioni di un direttore d’orchestra; confronto tra organizzazioni aziendali e formazioni musicali; stili diversi per raggiungere gli obiettivi comuni; la gestione dello stress e dell’emotività; metodo, disciplina e controllo.

A guidare i partecipanti in questo mondo ricco di suggestioni saranno Michele Ballarini, musicista e direttore d’orchestra, docente di violoncello al Conservatorio di Parma con all’attivo registrazioni per la Rai, la Rtsi svizzera, la Sdr tedesca e la Orf austriaca, e Guido Muratore, manager che ha iniziato la sua carriera nell’ambito delle risorse umane in Cinzano spa e che, dopo un percorso di crescita di diversi anni, è approdato in GEA Procomac come HR Manager coltivando parallelamente la passione per la musica (diplomato in pianoforte, compie studi di composizione e suona in trio jazz).

L’esplorazione delle dimensioni della Leadership proseguirà in giugno con il percorso dedicato alla Leadership quantica – vale a dire come utilizzare il nostro intero potenziale per il raggiungimento degli obiettivi – e in settembre con un’incontro che mette a confronto il rapporto tra leadership e cambiamento in un’originale giornata che vedrà protagonisti il personal coach Anthony Smith e il Parma Calcio.

Per informazioni e e iscrizioni: Lucia Tancredi